DJANGO BATES BELOVED


In programma sabato 24 maggio alle 21:00 presso Teatro Asioli

Sabato 24 maggio 2014 – ore 21

DJANGO BATES’ BELOVÈD
Tributo a Charlie Parker

Django Bates – pianoforte;
Petter Eldh – contrabbasso; Peter Bruun – batteria

Nato nel 1960 a Beckenham (Gran Bretagna), Django Bates è un raro esempio di musicista poliedrico: renderne conto in maniera univoca è davvero impossibile data la varietà della sua produzione musicale. Innanzi tutto lo si può ascoltare nelle vesti di pianista e tastierista ma anche al corno, e non secondaria è la sua attività di compositore e direttore d’orchestra. La sua carriera da jazzista non lo ha certo trattenuto dal cimentarsi con la musica sinfonica, per il cinema e anche per il circo.

Dagli anni Ottanta a oggi le esperienze che più hanno caratterizzato la carriera di Bates sono le sue formazioni Human Chain (di piccole dimensioni, dall’organico variabile) e Delightful Precipe (di grandezza orchestrale). Come sideman, Bates è stato convocato dall’intellighenzia del jazz più sofisticato: George Russell, George Gruntz, Tim Berne, Vince Mendoza, Michael Brecker…

Con il suo progetto “Belovèd”, Bates rende omaggio a uno dei generi jazzistici più ‘bellicosi’: il bebop di Charlie Parker. Ma gli innumerevoli e caratteristici brani col metronomo a rompicollo non esauriscono l’universo espressivo di Parker, che fu anche un irresistibile esecutore di ballad e di quella che il marketing moderno definirebbe “music for lovers”. Ed è proprio alla luce di questo Parker più intimistico che il pianista britannico si muove da par suo: aspettatevi l’inaspettabile, seduzioni melodiche e ironia tagliente, ‘attentati’ sonori e passaggi trasognati, sino al completo sovvertimento espressivo dei brani. In Bates come in Parker, l’avanguardia galleggia sopra le onde della musica più orecchiabile.

Ingresso unico euro 10 – posto numerato