Mirko Signorile

Mirko SignorileMirko Signorile nasce a Bari nel  1974, e si diploma in pianoforte con lode presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari. Allo studio dei compositori classici ben presto affianca lo studio del jazz.

Il suo incontro con il sassofonista Gaetano Partipilo, in occasione dei Corsi di Jazz tenuti da Roberto Ottaviano presso il “N. Piccinni”, segna la nascita di un’intesa musicale dalla quale scaturisce dapprima la formazione del gruppo elettrico The Misfits, e a seguire, la nascita degli Urban Society con Partipilo leader, nonché quella del sestetto The Institute di cui egli stesso è leader.  Nel ’97 Signorile frequenta i seminari estivi di Siena Jazz con Enrico Rava, il quale gli assegna la borsa di studio come miglior pianista partecipante.  L’anno seguente collabora al progetto discografico “Ecco” del Quartetto Moderno (Mirko Signorile/Mauro Gargano/Pasquale Bardaro) edito Schema Records, diretto artisticamente dal dj produttore Nicola Conte. Si esibisce con artisti come Enrico Rava, Paolo Fresu, Franco Ambrosetti, Nicola Stilo, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso e Rosario Giuliani.  Nel ‘99 si perfeziona a New York con Richie Beirach ed avvia la sua collaborazione con la prestigiosa etichetta discografica Soul Note di Giovanni e Flavio Bonandrini.

Il 2002 è l’anno del tour con la cantante brasiliana Rosalia De Souza che lo porta ad esibirsi sui palchi dei più importanti festival europei (Roma, Milano, Torino, Madrid, Lisbona, Le Canarie, El Hierro, Skopie); suona con Nicola Conte a Mosca e San Pietroburgo e si esibisce con Dave Liebman, Greg Osby, Dave Binney.  Nel 2003, il giornalista Pino Saulo lo invita a suonare negli studi della Rai per la trasmissione radiofonica “Invenzioni a due voci” diretta dal critico Michele Mannucci. In Rai si esibisce in diretta anche con gli Urban Society e i Pow Wow. Il 2003 è anche l’anno della pubblicazione di “In full Life” (Soul Note), primo disco a suo nome registrato con la band “The Institute”, votato dalla critica come uno dei migliori dischi dell’anno (Musica Jazz). Nel 2004, entra a far parte con Gianluca Petrella, Roberto Dani e Giovanni Maier del quintetto “Pow Wow”di Roberto Ottaviano il cui cd viene votato come miglior disco dell’anno (Audio Review). Diversi sono gli impegni discografici: registra con Nicola Conte, con Gaetano Partipilo & Urban Society, con il Quintetto del sassofonista Roberto Ottaviano, con l’ensemble del bassista Pierluigi Balducci, con i Cabaret Noir, con il percussionista Pippo D’Ambrosio.  Nasce il SynerJazz Trio, nuova band del pianista, con il contrabbassista Giorgio Vendola ed il batterista Vincenzo Bardaro, basata sull’interplay e sulla completa sinergia musicale. Si esibisce al festival jazz di Clusone. Da questo concerto viene prodotto da Soul Note un cd “Live in Clusone” in cui oltre al SynerJazz Trio è documentata una improvvisazione estemporanea del New Trio di M.Signorile, Giovanni Falzone e Gaetano Partipilo. Inizia la collaborazione con la registra Maria Luisa Bigai nello spettacolo “Il Gallo al Guinzaglio”. Nel 2005, registra la colonna sonora del cortometraggio “La baracca” del regista Pietro Marcello che verrà proiettata alla Biennale di Venezia. Viene invitato a suonare a L’Opera di Lyon con il contrabbassista Riccardo Del Fra. Esce il suo secondo cd “The Magic Circle” (Soul Note) che ottiene successo di critica sia in Italia che all’estero. La critica gli conferisce il premio come secondo miglior nuovo talento italiano (Top Jazz di Musica Jazz). Il 2006 è l’anno del Giappone; due tour a distanza di due mesi. Il primo con il SynerJazz Trio a Tokyo, il secondo in duo con Pasquale Bardaro a Kyoto e Takashima. Nel 2007, compone con Marco Messina dei 99posse la colonna sonora del nuovo documentario di Pietro Marcello “Il passaggio della linea” in concorso al Festival di Venezia del 2007. Partecipa alla realizzazione del primo cd di Luca Aquino “Sopra le nuvole” (Emarcy/Universal) e suona con il “Distant City” di Davide Viterbo. Partecipa alla realizzazione del cd “Antigone” di Barbara De Dominicis, del cd “My Miles” di Cesare Dell’Anna e del primo cd dei Taranta Virus. Nel 2008, collabora con Erica Mou, Maurizio Quintavalle e Luisiana Lorusso. Si esibisce in Ucraina con Stefania Dipierro. Nel 2009, esce il suo nuovo cd “Clessidra” (Emarcy/Universal) votato da ArgoJazz “miglior cd dell’anno” e grande successo di vendite in Italia.

Si esibisce con il trombettista vietnamite Cuong Vu in un tour estivo italiano e con la cantante Giovanna Carone con la quale registra per l’etichetta Digressione Contemplativa “Betàm Soul, l’anima del canto yiddish”.  Nel 2010 vince l’Italian Jazz Awards nella sezione “miglior musicista italiano”. Il premio gli viene conferito dal direttore artistico Samuel J.Morris durante il concerto all’interno del Locus Festival.

EVENTI CON MIRKO SIGNORILE